venerdì 21 dicembre 2012

Errori di Distrazione




Vorrei cominciare con il dare una sintetica definizione degli "Errori di Distrazione" nell'ambito della Matematica. Gli errori di distrazione sono gli artefici di calcoli errati, sbagliati svolgimenti di esercizi di ogni tipo e molte volte ci portano a subire uno stress da studio non trascurabile. Tempo fa il livello culturale che ne soffriva era maggiormente il livello delle scuole elementari, medie e superiori. Oggi non è più così, anche nei primi anni di università si continua a fare errori di questa tipologia. 
Ma da cosa dipende tutto ciò, cos'è che ha esteso il range del tessuto culturale facente questi errori? semplice, la cultura media della popolazione si è abbassata notevolmente, e per la mia esperienza in modo molto evidente.
L'importanza di riuscire a correggere questo disagio culturale non è un vantaggio solamente nel campo della Matematica, Fisica o altre materie scientifiche, ma soprattutto un vantaggio nella vita. Non fare errori di distrazione in Matematica porterà una evoluzione nella mente del soggetto in modo tale da renderlo più capace e attento nell'evitare errori che nella vita di tutti i giorni possono essere anche difficili da recuperare, e che in realtà, in un modo indiretto e quindi non percepibile, potrebbero derivare dagli errori di natura matematica .
Un esempio che subito può venire in mente ad ognuno di noi è associare i numerosi errori di segno fatti per distrazione a delle leggere manovre errate ad esempio quando si usa uno strumento qualsiasi di lavoro, uno strumento musicale, quando stiamo alla guida di un'auto, quando facciamo sport ecc...

Eliminare gli errori di distrazione sembra cosa da poco, invece è importantissimo e allo stesso tempo non facile, la questione non va presa alla leggera, indipendentemente dallo scopo di prendere un bel voto a scuola o di passare un esame universitario con ottimo profitto.
Prima di tutto si deve capire cosa si intende per "Errore" e per "Distrazione" in questo ambito. E' ovvio che l'errore è una conseguenza di una distrazione, ma anche di uno studio incompleto che può portare inconsapevolmente a delle distrazioni oppure a fare errori di tipo teorico, concettuale. Le sfumature sono tantissime in matematica, la relazione tra la mente e la matematica sappiamo essere molto complessa, ma una buona esperienza come docente ed ex studente è più che sufficiente, soprattutto per chi come me è del campo. In questo post sarò introduttivo, l'argomento sarà esposto via via nei post successivi e frammentato nei vari concetti di errore e di tipologia di distrazione. Per ora consiglio di sforzare la propria mente a concentrarsi durante gli esercizi e cercare di svilupparli con molta calma e criterio  durante i vari step. Metodi e tecniche per migliorare sino ad evitare gli errori di distrazione ci sono, possono essere applicati e vi faranno ottenere degli ottimi risultati. 

Per Errore in Matematica si intende un passaggio sbagliato che non segue le ordinarie operazioni matematiche di base, oppure un calcolo sbagliato, oppure uno svolgimento non esatto dovuto ad una bassa preparazione in materia. Diciamo che tutti gli errori in Matematica derivano dallo stesso ceppo: le Regole della Matematica. La base teorica di cui la Matematica gode va studiata bene, soprattutto per evitare Errori di tipo teorico, che sono appunto un tipo fondamentale di errore. Questi errori, di cui ne darò solo un cenno in questo articolo, vanno fortemente scissi da quelli di distrazione ed hanno caratteristiche  completamente diverse. Ma l'errore in Matematica come possiamo definirlo? sappiamo che durante la nostra giornata facciamo svariati errori, nel nostro modo di camminare, sedere, parlare, lavorare ed è umano fare errori, di conseguenza è umano fare errori anche in Matematica, non dovete aver paura di fare errori mentre svolgete esercizi. Un modo per migliorare è quindi cercare di essere più sicuri di se stessi e quindi di ciò che si sta facendo, una maggiore consapevolezza. Tuttavia sappiamo che facendo errori si migliora sempre di più, a volte molti dicono che non vedono miglioramenti e continuano a sbagliare, certo, questo avviene se il metodo di studio applicato non è corretto. Possiamo definire quindi l'errore in Matematica come un semplice errore umano derivante dall'applicazione di un Metodo di studio non completo o sbagliato e non dall'incapacità dell'individuo di fare Matematica. Molti dicono "io non sono portato per la Matematica" pensiero sbagliatissimo nato dalla frustrazione del momento. Pensate solamente alla vostra capacità di scegliere tra cosa è vero e cosa è falso, non fate altro che un ragionamento logico, che nasce dalla Logica Matematica. Praticamente potremmo anche considerarci tutti dei matematici, quindi perché negati? è il metodo che manca e basta. Quindi bisogna impegnarsi prima di tutto, metterci molta voglia di migliorare e una forte dose di passione, tutti fattori necessari al nostro miglioramento. 

Per quanto riguarda la Distrazione tutti sappiamo a grandi linee cosa si intende, ma allora possiamo dire che basta concentrarsi e il problema è risolto, purtroppo sappiamo che non è così, anche con impegno e concentrazione si continuano a fare errori di distrazione sbagliando gli esercizi; anche in questo caso è un l'applicazione di un giusto metodo che può aiutarci. Quando l'errore di tipo teorico viene superato abbondantemente come problema, quello dovuto a distrazione potrebbe resistere tenacemente continuando a dilaniare la nostra voglia di fare Matematica, di migliorare noi stessi, portando frustrazione e disagi nello studio sino al momento di cominciare una carriera universitaria, a questo punto il problema si complica ulteriormente.
L'errore di distrazione diversamente da quello teorico è più difficile da debellare, ma non per questo impossibile. Non sottovalutatelo ed annientatelo il prima possibile, prima che sia troppo tardi. Vi ho messo paura? su dai, addirittura vi siete impauriti per queste parole? allora a maggior ragione vuol dire che dovete impegnarvi, applicatevi in qualsiasi modo, aiutate la vostra mente a sviluppare, a migliorarsi. Questo è possibile a qualsiasi livello culturale. 

Nei prossimi post affronteremo sempre più in dettaglio l'argomento e se vi interessa fate qualche commento in merito o segnalatemelo via email. Grazie.


Alessandro Morgia


Se l'articolo vi è stato utile fate un clic sui banner pubblicitari posti sotto o sulla colonna destra del blog. Grazie!


5 commenti:

  1. mi sembra una introduzione molto centrata. dove trovo i post successivi?

    RispondiElimina
  2. Grazie, per ora puoi trovare altri post su questo blog.

    RispondiElimina
  3. grazie mille per questo post,dovo trovo gli altri?

    RispondiElimina
  4. Mi capitano troppo spesso, io studio svolgo esercizi sempre correttamente, ma nel momento dell' esame mi capita puntualmente di sbagliare verso la fine , come se una parte del mio cervello operasse per sabotarmi...

    RispondiElimina